Haiku: Il fiore della poesia giapponese da Basho all’Ottocento

Buongiorno a tutti,

oggi sono qui per parlarvi di “Haiku: Il fiore della poesia giapponese da Basho all’Ottocento” pubblicato nel 1998 da Mondadori.

“In questo mondo,

frenesia anche nella vita

della farfalla”

Trama:

9693693
Link ad Amazon: https://amzn.to/2IfTCmp

“Lo haiku, la più piccola forma di poesia esistente, scandito in tre versi di cinque, sette, cinque sillabe, affonda le radici nel passato remoto della cultura nipponica: originariamente era la prima strofa (hokku) di un componimento più lungo, ma acquistò un’importanza sempre crescente fino a essere riconosciuto come genere indipendente. Questa antologia ne segue lo sviluppo dalla prima grande fioritura nel seicento, epoca di profondo rinnovamento sociale in Giappone, fino alle soglie della contemporaneità, attraverso le traduzioni che mirano a restituire al pubblico italiano l’icasticità e la purezza di una forma espressiva che ha sempre affascinato l’occidente.”

 

Cosa ne penso?

Gli haiku sono componimenti poetici nati in Giappone nel XVII secolo. Due anni fa li ho studiati grazie ad un corso universitario; e sono rimasta colpita dalle immagini vivide e dai sentimenti intensi che possono scaturire da solo tre versi.

In questo libro sono raccolti alcuni haiku ordinati sia per autore sia per datazione. L’arco temporale di cui fanno parte va dal Seicento fino all’Ottocento. Inoltre all’inizio di ogni capitolo vi sono alcune righe che narrano brevemente la vita dell’autore e la circostanza in cui sono stati scritti.

Penso che questa antologia sia un piccolo tesoro da tenere con sé in casa.

“In questo mondo,

contempliamo i fiori;

sotto, l’inferno”

 

E voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

Grazie per avermi letto anche oggi, a presto

Mimi

_______________________________________

Sono affiliata Amazon. Vi lascio qui il link in caso vogliate acquistare il libro: https://amzn.to/2IfTCmp Vi ringrazio per il prezioso sostegno che date al blog!

5 pensieri su “Haiku: Il fiore della poesia giapponese da Basho all’Ottocento

  1. Hai ragione, gli haiku sono interessanti… mi è capitato di leggerne qualcuno, ma non ho intrapreso corsi; il volumetto è interessante, e magari chissà, appena non sarò trasportato da altri generi letterari, lo acquisterò… grazie cara Mimi! ❤

    Piace a 1 persona

  2. Non conoscevo questo genere, ma sono sempre stata affascinata da chi sa in poche parole trasmettere tanto…
    Mi sono imbattuta in alcune di queste poesie, ma non sapevo fosse un vero e proprio genere
    Grazie per le info 😍

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...