Collateral, miniserie televisiva| Recensione

Buongiorno a tutti,

oggi sono qui per parlarvi di Collateral, una miniserie televisiva britannica del 2018, scritta e creata da David Hare e diretta S.J. Clarkson. Si tratta di un giallo-poliziesco composto da 4 episodi.

Trama:

La storia si svolge interamente a Londra e copre un arco temporale di quattro giorni. Abdullah Asif, un fattorino della pizza, viene ucciso nella periferia di Londra dopo una consegna. Quello che sembrerebbe un caso banale, si rivela essere un vero e proprio complotto che coinvolge governo, forze armate e servizi segreti. Quale motivo spingerebbe qualcuno ad uccidere un fattorino della pizza? A sovraintendere il caso c’è la poliziotta Kip Glaspie.

Tematiche:

Recentemente il cinema britannico sta dando largo spazio alla denuncia di componenti razziste e xenofobe all’interno della società. In questa serie tv i dialoghi sono forti e non lasciano spazio a dubbi: c’è una frattura nella società inglese tra chi è disposto ad accogliere i migranti e chi invece vorrebbe il loro rimpatrio. L’ideatore David Hare ha spiegato in una intervista che ciò che lo ha motivato è stato proprio il desiderio di parlare dell’immigrazione illegale. Anche nella serie tv britannica Bodyguard, di cui vi avevo recentemente parlato, emerge questo aspetto a riconfermare che il dibattito è non solo attuale, ma piuttosto consistente.

David Hare ha scelto di intraprendere alcune scelte rischiose, come quella di rivelare fin dal primo episodio l’identità dell’esecutore dell’omicidio. Nonostante ciò, è riuscito a creare tensione e suspense durante tutti e quattro gli episodi.

Un fatto interessante è che la poliziotta Kip Glaspie è incinta. Ciò non era parte della sceneggiatura originale di Hare, ma è stata semplicemente la conseguenza del fatto che l’attrice Carey Mulligan aspettava un bambino nella vita reale. Malgrado ciò, non ha costituito un ostacolo, anzi è diventata l’occasione per dimostrare che ci sono donne che continuano il loro lavoro pur essendo in dolce attesa con la stessa tenacia.

Cast:

Ad interpretare l’agente di polizia Kip Glaspie è l’attrice Carey Mulligan. Tra le sue interpretazioni più importanti possiamo ricordare il ruolo di Kitty Bennet in Orgoglio e Pregiudizio, adattamento del 2005, e il ruolo di Daisy Buchanan in Il grande Gatsby, film del 2013.

L’ispettore che affianca Kip Glaspie è John Simm, noto al grande pubblico per il ruolo di Maestro nella serie tv Doctor Who. Anche il testimone-chiave, Karen, deve parte della sua fama alla serie televisiva Doctor Who dove ha interpretato il ruolo di Rose Tyler: si tratta infatti dell’attrice Billie Piper.

Nel cast sono presenti inoltre Nicola Walker, Ben Miles, Saskia Reeves e Mark Umbers.

Trailer:

E voi l’avete già visto? Cosa ne pensate?

Grazie per avermi letto anche oggi, a presto

Mimi

Annunci

2 pensieri su “Collateral, miniserie televisiva| Recensione

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...