Il diavolo nel cassetto – Paolo Maurensig|Recensione

Il diavolo nel cassetto è un breve racconto scritto da Paolo Maurensig, pubblicato da Einaudi a gennaio 2018.

Trama:

 

Il diavolo nel cassetto - Paolo Maurensig
Titolo: Il diavolo nel cassetto Autore: Paolo Maurensig Link Amazon: https://amzn.to/2RsNOGL

In un borgo svizzero situato in una stretta vallata tra le montagne, la letteratura è una questione molto seria. Vi sono persino tre locande intitolate a Goethe, che rivendicano l’onore di averlo ospitato per una notte, quando di ritorno dall’Italia si fermò a causa di un guasto alla carrozza su cui stava viaggiando.
Nel borgo ogni abitante si sente scrittore e invia i propri manoscritti a numerose case editrici. Tuttavia nessuno è ancora riuscito a veder pubblicata una sua opera. I cittadini continuano a condurre una vita tranquilla e in armonia, perseverando nel loro sogno di essere pubblicati. Ciò finché, un giorno, non compare un editore che dichiara di voler aprire una filiale della propria casa editrice in quel paesino e istituisce persino un premio letterario. L’uomo ha le sembianze del diavolo in persona e da quel momento nulla sarà più come prima.

Cosa ne penso?

Il diavolo nel cassetto ha una struttura a incastro. Il racconto si apre con una persona che scopre per caso il racconto di uno scrittore anonimo. Iniziandone la lettura scopre che lo sconosciuto a sua volta sta scrivendo una storia narratagli da un altro uomo. In questo modo abbiamo come l’impressione di aprire una matriosca e di essere noi stessi una rotella dell’ingranaggio.

La trama si rivela pian piano essere un giallo, con alcune sfumature di humor nero. Nel piccolo borgo svizzero tutti scrivono, nessuno escluso. Ogni giorno vanno alle poste per inviare i loro manoscritti alle case editrici, tuttavia ricevono sempre una lettera di rifiuto. Gli abitanti non si scoraggiano, anzi appendono queste lettere nelle loro case, fieri del fatto che la casa editrice abbia preso in considerazione il loro racconto anche solo per giudicarlo non adatto alla loro offerta. Paolo Maurensig introduce così un apologo sulla massificazione dello scrivere e pubblicare ad ogni costo, ma anche sulla vanagloria e il narcisismo.

“La letteratura è il luogo dove ogni vanagloria, alimentata dall’invidia, cresce a dismisura, dove anche il più banale dei pensieri- purché sia impresso a caratteri tipografici- viene accettato come verità assoluta.”

A questo punto si inserisce un immaginario che si può ricondurre al soprannaturale. I desideri dei cittadini attraggono il diavolo in persona che, per l’occasione, veste i panni dell’editore. La descrizione della sua entrata e della sua figura richiamano il Faust di Goethe. Appena arriva, annuncia di voler aprire lì una filiale della sua casa editrice ed istituire un premio letterario a cui i cittadini possono concorrere. La sete di gloria e di storie sconvolge il borgo tanto da squartarlo in fazioni ostili tra loro. Famiglie amiche si ritrovano ai lati opposti della barricata per aggiudicarsi il premio.

Un romanzo avvincente e coinvolgente che, attraverso un’apologia, ci parla del mondo letterario e della società moderna. Ognuno sembra voler inseguire il proprio “minuto di gloria”, alla caccia di una storia da raccontare e senza preoccuparsi veramente del contenuto o della responsabilità nei confronti delle proprie parole. Attenzione perché come scrisse Goethe: “l’arte è lunga, la vita è breve, il giudizio difficile”.

E voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

Grazie per avermi letto anche oggi, a presto

Mimi

_______________________________________

Sono affiliata Amazon. Vi lascio qui il link in caso vogliate acquistare il libro: https://amzn.to/2RsNOGL Vi ringrazio per il prezioso sostegno che date al blog!

Annunci

7 pensieri su “Il diavolo nel cassetto – Paolo Maurensig|Recensione

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...