Still Alice. Perdersi – Lisa Genova

Buongiorno a tutti,

oggi sono qui per parlarvi del romanzo intitolato “Still Alice. Perdersi“, scritto da Lisa Genova e pubblicato da Piemme nel 2005.

Trama:

17732819
Editore: Piemme (3 novembre 2015) Link amazon: http://amzn.to/2G6uVEb

“C’è una cosa su cui Alice Howland ha sempre contato: la propria mente. E infatti oggi, a quasi cinquant’anni, è una scienziata di successo, che ha studiato per anni il cervello umano in tutto il suo mistero. Per questo, quando a una importantissima conferenza, Alice perde una parola, sa che qualcosa non va. E che nella sua testa sta succedendo qualcosa che nemmeno lei può fermare. La diagnosi, inimmaginabile fino a un momento prima, è di Alzheimer precoce. Da allora, Alice, perderà molte altre parole. Perderà pian piano i nomi. Perderà i ricordi, ciò che ha studiato, ciò che ha fatto di lei la persona che è. In questo viaggio terribile la accompagnerà la sua famiglia: il cui compito straziante sarà di starle vicino, di gioire con lei dei rari momenti, luminosi e fugaci, in cui Alice torna a essere Alice. E, soprattutto, di imparare ad amarla in un altro modo.”

Cosa ne penso?

Alice Howland è una scienziata di successo e un’insegnante rispettata. Quando durante una conferenza le sfugge una parola, nessuno lo nota; insomma può succedere a tutti di dimenticare una parola giusto? Purtroppo non sarà l’unica cosa che inizierà a dimenticarsi, ma si susseguiranno tanti piccoli fatti che Alice attribuirà alla menopausa o allo stress derivante dalla sua vita frenetica. Tutto ciò finché un giorno all’improvviso perderà il senso dell’orientamento a pochi passi da casa sua e, smarrita, intuirà che forse non sono semplici dimenticanze.

Attraverso le pagine, scopriamo con Alice l’avanzata di una malattia di cui siamo consapevoli che non lascia vie di fuga; viviamo con lei la sua lotta interna; e seguiamo il flusso dei suoi pensieri che ci risultano spesso, con il procedere dei capitoli, ripetitivi e incongruenti tra loro. Attraverso gli occhi di Alice, abbiamo l’opportunità di cogliere come cambia la vita anche di chi convive con una persona affetta da Alzheimer. In particolare da una parte c’è John, il marito di Alice, che sembra quasi voler fuggire da quella responsabilità che lo travolge, negando a sé stesso la malattia della moglie; dall’altra parte ci sono i figli che si stringono alla madre per aiutarla e sono costretti a crescere più in fretta per diventare un vero sostegno nella battaglia contro la malattia.

La lettura procede rapida con un susseguirsi di emozioni e sensazioni e a volte, poiché sono entrata molto in empatia con la protagonista, è stato difficile continuare a leggere. Il passo del libro che più mi ha colpito è il momento in cui Alice, amante della lettura, non riesce ormai più a leggere a causa della malattia e ricorda con nostalgia quando, qualche anno prima, pensava di avere davanti a sé tutto il tempo per leggere i libri che amava. Sembra un dettaglio sciocco, ma mi ha colpito personalmente poiché anch’io, da lettrice, spesso pospongo letture pensando di avere ancora molto tempo per recuperarle.

“Leggere stava rapidamente diventando un’impresa faticosa. Doveva più volte rileggere le stesse pagine per mantenere la continuità della narrazione o delle argomentazioni, e se per qualche ragione interrompeva la lettura, doveva a volte tornare indietro di un intero capitolo per riprendere il filo.  E poi le prendeva l’ansia per la scelta dei libri da leggere. E se non avesse avuto il tempo da leggere tutto quello che voleva? Era doloroso stabilire delle priorità, le ricordava che l’orologio continuava a ticchettare, che certe cose sarebbero rimaste in sospeso.”

Qualche anno fa avevo visto il film uscito nel 2014, tratto da questo romanzo, dove Julianne Moore aveva interpretato il ruolo della protagonista aggiudicandosi il Premio oscar per la categoria Miglior attrice protagonista. Vi lascio il trailer del film qui.

Vi lascio qui anche il Teaser Tuesday riguardante questo libro: qui.

3 stelline e mezzo su 5

 

E voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

Grazie per avermi letto anche oggi, a presto

Mimi

_______________________________________

Link all’acquisto su Amazon: http://amzn.to/2G6uVEb

7 pensieri su “Still Alice. Perdersi – Lisa Genova

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...