Il suono del mondo a memoria – Giacomo Bevilacqua

Buongiorno a tutti,

oggi sono qui per parlarvi della graphic novel di Giacomo Bevilacqua intitolata Il suono del mondo a memoria, pubblicata da Bao Publishing nel 2016.

30655037
Editore: Bao Publishing
Anno edizione: 2016
Pagine: 179 p., ill. , Rilegato
EAN: 9788865437179

Trama:

“Se guardi e non riesci a vedere, forse il problema è che in realtà non stai ascoltando”.

Sam sta scrivendo un articolo. Una cosa complessa, che comporta che lui vada a vivere per due mesi a Manhattan e non parli assolutamente con nessuno. Ce la farà? In un certo senso sì, ma con le cose che Sam non ha previsto ci si potrebbe scrivere un libro. Giacomo Bevilacqua l’ha fatto, e l’ha disegnato, e poi l’ha colorato così magnificamente da restituire la luce di New York in modo magnifico e quasi commovente. Meno saprete di questo libro fino al momento di immergervi nella lettura, più ve ne innamorerete. E poi direte questa stessa cosa alle persone cui lo regalerete. Fidatevi.

Cosa ne penso?

“Ognuno ha la sua malinconia, la mia è un’oasi di acqua sporca ma piacevolmente calda”.

Sam, il protagonista, si trova a dover affrontare un evento che lo coglie impreparato e perciò decide di fuggire e rinchiudersi in sé stesso. In particolare, sceglie di scappare a New York, una grande metropoli, dove voci e rumori si sovrappongono l’uno sull’altro e le persone sembrano impegnate e indifferenti. Si rinchiude nel silenzio, giustificando attraverso una sfida, e per porre una barriera fisica con gli altri indossa le cuffie prima di uscire di casa. Da queste proviene sempre la stessa canzone, quella del suo primo ricordo. Sam è un personaggio che cancella i ricordi che potrebbero donargli nuove emozioni perché ha paura di soffrire di nuovo, preferisce sfiorare la vita con i guanti e cristallizzare piccoli attimi ad esempio il sole che irrompe da una fessura.

“Innalzo ponti di silenzi sopra fiumi di parole”.

Le tavole scorrono mostrandoci temi importanti come l’indifferenza, la chiusura in se stessi, la morte, l’amore e i nuovi inizi. Il tutto contornato da illustrazioni che ritraggono paesaggi di New York con splendidi colori e dettagli.

È una lettura delicata e magica che mi ha talmente travolta da identificarmi con i sentimenti del protagonista e vivere con lui le regole che si auto-impone, come il silenzio. Inoltre, con il procedere della lettura ci si ritrova a fare i conti con molti colpi di scena.

5 stelline 

 

E voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

Grazie per avermi letto anche oggi, a presto

Mimi

6 pensieri su “Il suono del mondo a memoria – Giacomo Bevilacqua

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...