L’epoca della lavanda in fiore di Valentina Bindi + qualche domanda all’autrice

Buongiorno a tutti,

51zpr3yiqjl-_sy346_oggi sono qui per parlarvi di un romanzo molto dolce intitolato L’epoca della lavanda in fiore di Valentina Bindi.

È la storia della scoperta di una bellissima amicizia e del grande dolore che racchiudono in sé le protagoniste.

Trama:

Ellie è una donna di 33 anni che decide di trasferirsi a Parigi per fuggire a un doloroso passato. Qui incontra Gilbert che le darà lavoro nel suo ristorante così che Ellie possa cominciare la sua nuova vita. Durante una commissione per Gilbert, incontra Renée una proprietaria di un caffè molto particolare. Tra le due nascerà una bellissima amicizia, anche se per conoscersi non mancherà qualche incomprensione. Le vicende si dispiegano così tra aromi di caffè particolari e una splendida gita in un campo di lavanda.

 

Qui sotto vi riporto alcune domande che ho posto a Valentina Bindi, ma prima di iniziare vorrei ringraziarla moltissimo per la sua gentilezza e disponibilità.

 

Com’è nata l’idea per questo libro?

Dunque, l’idea di questo libro nasce dalla passione smodata per la Francia, volevo creare qualcosa di forte, che colpisse il lettore ma che catturasse anche la mia anima durante la stesura. 

I fatti narrati sono ambientati a Parigi, una città magica. C’è una ragione particolare per la scelta di questa città?

Parigi per me è vita, sin da piccola sono sempre stata legata a Parigi stessa. E quando ci sono andata mi ha letteralmente catturato il cuore, amo tutto di quella terra. Patria dei miei poeti preferiti e del periodo che più amo: il Decadentismo.

Se potessi incontrare la protagonista, Ellie, cosa le diresti?

Se potessi incontrare Ellie, beh, innanzitutto sarei felicissima. Come se si avverasse il sogno di scrivere, poter far vivere in carne e ossa qualcuno che crei… ti dico wow! A lei, direi che è stata una donna forte e che la invidio per aver saputo cambiare vita. Non è mai facile dare una svolta, e anche se lei più che altro fugge, dà comunque un senso a quel fuggire. Posso dire che è una donna con la D maiuscola!

Condividi anche tu la passione per la fotografia come Ellie?

Non la condivido come lei, mi piacciono tantissimo le foto ai paesaggi, quelle suggestive. Ma no, la passione è nata soltanto in Ellie e per Ellie.

Ad un certo punto del libro, Renée spiega ad Ellie che la musica è uno dei mezzi che utilizza per affrontare la giornata con il sorriso. Anche per te è così?

Per me è la scrittura, io affronto le difficoltà rifugiandomi nel mondo delle parole, forse è segno di immaturità, non lo so. Ma per me tutto ruota attorno allo scrivere, vivo per questo e spero di farne qualcosa di importante nel corso della vita. 

 

A presto,

Mimi

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...